Recovery Fund

Manca ormai poco alla definizione del Recovery Plan italiano, il maxi progetto di investimenti da 196 miliardi che il governo destinerà a sei macro-aree per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ovvero il programma di investimenti che l'Italia deve presentare entro il 30 aprile 2021 alla Commissione europea nell'ambito del Next Generation EU, lo strumento per rispondere ala crisi pandemica provocata dal Covid-19. Di questi 196 miliardi sono 74 quelli destinati alla rivoluzione verde e alla transizione ecologica, che prevede la decarbonizzazione dei trasporti; l'adozione di piani urbani atti a migliorare la qualità dell’aria; l’efficientamento energetico degli edifici pubblici; la gestione integrata del ciclo delle acque e gli investimenti in economia circolare. A questi obiettivi vanno ad aggiungersi la protezione dell'ambiente e la mitigazione dei rischi idrogeologici e sismici; la riconversione della produzione e del trasporto energetico in chiave sostenibile; il sostegno alla transizione ecologica per l’agricoltura, l’industria e la siderurgia, nonchè la valorizzazione sostenibile del patrimonio culturale. Una occasione epocale e irripetibile non solo per rilanciare l’economia ma anche per affrontare e sconfiggere la crisi climatica.

Scopri di più clicca qui.

[tot: 0.05s. (+0.05s.)] [sql: 0.01s. (+0.01s.)] [mem: 888.9k (888.90k)]