Porto di Molfetta

A seguito di una serie di criticità legate alla sicurezza riscontrate dalla Capitaneria di Porto di Molfetta, quali:  a) presenza di ordigni bellici; b) presenza di cassoni sul fondo nell’area del nuovo porto commerciale; c) erosione della testata del costituendo molo di sopraflutto, con conseguente mancanza di conformi fanali portuali di ingresso; d) moto ondoso all’interno del bacino portuale che causa pericolo per le unità all’ormeggio; e) insabbiamento dei fondali in prossimità delle banchine portuali. Sono state  eseguite una serie di indagini relative allo stato di conservazione dei cassoni, rilievi batimetrico dei fondali, rilievi topo-batimetrico del secondo braccio del molo di sopraflutto e indagini sulla presenza di residuati bellici. Tali studi hanno permesso di individuare delle opere prioritarie da eseguirsi: 1) Prolungamento del secondo braccio del molo di sopraflutto; 2) Banchina Nord-Ovest e Banchina Martello. Per quanto riguarda il prolungamento del molo, si è ritenuto necessario realizzare un frangiflutti a gettata rettilineo, lungo 670 m. Per le opere relativa alle due banchine invece, lo scenario è stato più complesso è si è ritenuto opportuno seseguire dragaggi della cassa di colmata, scavo del fondale, completamento dello scanno di imbasamento delle banchine Nord-Ovest, della banchina Martello e completamento del riempimento delle celle dei cassoni già in opera, realizzazione della scogliera antirisacca all’interno della Banchina Nord Ovest, con ripristino di cassoni ammalorati e messa in opera di 14 cassoni cellulari nuovi.

 

  • Comune di Molfetta
  • Verifica di Progetto
  • 2017-2018
  • Molfetta
  • Infrastrutture
    Ambiente, Industria, Impianti

Referenze correlate

[tot: 1.65s. (+1.65s.)] [sql: 1.08s. (+1.08s.)] [mem: 1109.6k (1109.60k)]