HUB Portuale Porto Torres

L’intervento si compone di due macro opere: prolungamento del molo di ponente; resecazione del molo di levante. A completamento delle due macro opere già citate vi sono altri interventi di carattere ambientale aggiunti al progetto originario nell’ambito del procedimento di VIA. Il prolungamento dell’antemurale di Ponente, previsto dall’adeguamento tecnico funzionale, è radicato all’esterno della diga di Ponente con un ampio raccordo e presenta un andamento curvilineo con uno sviluppo complessivo di 680 m (realizzata con cassoni cellulari), in modo da delimitare la nuova imboccatura più al largo dell’attuale e proteggere un ampio specchio acqueo avamportuale destinato all’attenuazione del moto ondoso ed alle  anovre delle navi. Oltre al prolungamento del Molo di Ponente, è necessario procedere contestualmente con la resecazione della testata del molo di Levante in modo da assicurare un canale di accesso di ampiezza pari a 200 m. Le discipline specialistiche principali sono state l’idraulica marittima, le  strutture, la geologia e la geotecnica, con particolare interessamento degli specialisti per le attività di analisi della gestione e movimentazione dei materiali, nonchè la caratterizzazione dei fondali e dei sedimenti e lo studio del meteo marino.

  • Autorità di Sistema Portuale del Mar di Sardegna
  • Verifica di Progetto
  • 2019
  • Porto Torres
  • Infrastrutture
    Ambiente, Industria, Impianti

Referenze correlate

[tot: 0.99s. (+0.99s.)] [sql: 0.58s. (+0.58s.)] [mem: 1109.7k (1109.70k)]